Sono una donna che ha sempre avuto un sogno nel cassetto: creare il proprio brand con un concept che rappresentasse me stessa e il mio modo di vedere il mondo. 8 anni fa ho dovuto affrontare il periodo più difficile, cattivo e brutto della mia vita con la perdita di mia madre… che dolore! Contemporaneamente quello più bello della mia vita con l’ arrivo di Gianluca e dopo pochissimo Patrizia.

Piano piano ho ritrovato la forza di ripartire da zero e cercare la gioia nelle piccole cose che facevo.
Così ho deciso di iniziare a organizzare eventi, una scelta che mi ha portato molte soddisfazioni e che mi ha aiutato a ritrovare la mia strada. Se vuoi saperne di più sul mondo degli eventi, sulla mia storia e sul perchè intrapresi questo percorso, ti invito a visitare il mio sito web dove potrai trovare tutte le informazioni.

Ma il sogno di creare il mio brand è sempre stato lì, in agguato. Ad un tratto circa sei mesi fa, ho deciso di affrontare e sfidare il mio sogno. Sono partita proprio da me, chiedendomi chi è Sara. Ho capito che non sono una sola personalità, ma molte. Sono una madre, una moglie, un’amante, una lavoratrice, una casalinga… ma anche una ragazza e una bambina che sono stata. La vita è fatta di periodi e fasi, ognuno di noi ha molte sfaccettature e tutte sono importanti.

È così che è nata la mia prima idea per il marchio: “Libera di essere”. Una frase che rappresenta la libertà di esprimersi, di sperimentare, di essere se stessi senza giudizio. Una filosofia che mi piace e che ho deciso di tatuare sulla mia pelle.

Non so ancora cosa realizzerò con il mio brand, ma so che mi sentirò libera anche nel creare. Oggi sono i gioielli, domani chissà. Ma ogni passo che farò sarà guidato dalla mia passione e dalla voglia di esprimere me stessa attraverso il mio lavoro. Sono una donna di successo, un successo che arriva dalle molte personalità, molte sfaccettature che ho e tutte sono importanti per chi sono oggi e per chi sarò domani. Se vuoi seguire la mia storia e scoprire cosa riserverà il futuro, ti invito a seguirmi nel mio viaggio.

La mia forza e la benzina per tutto quello che faccio? Gianluca e Patrizia, i miei figli, senza i quali non avrei ragione di esistere! Il mio successo? Lo dedico alla mia mamma, che mi ha insegnato l’importanza della determinazione, della passione e della perseveranza, ma soprattutto dell’ingrediente più importante che è l’amore. So che mi guarda dall’alto e che è orgogliosa di me.

Sara